> Islanda 2018 > 11 - 23 agosto > approfondimento
> Trenino del Bernina + Trekking
> Isole Faroe
Vai al Blog90░ EST su VimeoChatt on Skype

islanda fuoristrada
febbraio/marzo 2018 7 - 21 luglio 21 luglio - 4 agosto 4 - 18 agosto
11 - 23 agosto 18 agosto - 1 settembre
Piena estate in Islanda: 11 - 23 agosto 2018
Staff e mezzi di trasporto Quote individuali Richiedi altre informazioni
Approfondimento, foto e video
Percorso
Scenografia
L’estate, per come la intendiamo noi, dura davvero poco in Islanda, appena una decina di settimane. Gli islandesi allora, pi¨ che su parametri meteorologici, scelgono di distinguere le stagioni sulla base di riferimenti astronomici. Le ore di luce nel corso della giornata, per esempio. La festa di San Giovanni, 24 giugno, detta Jˇhnsmessa, con le sue 24 ore di luce Ŕ una specie di ferragosto. La loro “estate” luminosa, allora, inizia giÓ a metÓ aprile, quando praticamente non diventa mai buio. Dalla parte opposta della loro “estate” c’Ŕ un giorno, il cui calendario varia ogni anno, in cui si pu˛ dire che l’estate (quella della luce) stia finendo. E’ quando l’oscuritÓ torna ad essere sufficientemente intensa da attivare i sensori dei lampioni di Reykjavik. Succede intorno al 10 di agosto. Si accendono i lampioni verso le 11 di sera, e si spengono poche ore dopo, verso le 3 di mattina. C’Ŕ sempre qualcuno che vedendo i lampioni accesi per la prima volta dice sorridendo: “E’ finita…” Per noi mediterranei, invece, significa ancora venti ore di luce piena da spendere al meglio fra Altopiani e coste selvagge. Ogni tanto abbiamo anche visto l’aurora boreale, in questo periodo, ma fate pure finta che non ve l’abbiamo detto.

Vai al Blog Eruzione a Bßr­arbunga: strategie di 90░ EST
Tempeste di sabbia in Islanda
Vai al Blog La saga di Hrafnkell
Connessione WiFi e traffico dati per i nostri viaggiatori

Programma di viaggio Islanda 11 - 23 agosto

Colpo d'occhio sul viaggio
 

Il viaggio inizia con alcune localitÓ molto conosciute nei dintorni di Reykjavik: una passeggiata nel Parco Nazionale di Ůingvellir e una sosta ai geyser di Strokkur e alla cascata di Gullfoss. Ci addentriamo poi nel corridoio desertico di Kj÷lur verso Nord fino al Lago Mřvatn. In questa zona si concentrano imponenti fenomeni vulcanici: gli pseudocrateri di Sk˙tusta­ir, proprio in riva al lago, il vulcano Hverfell e le pozze di fango bollente. Non lontano dal lago si trova il Parco Nazionale di J÷kulsßrglj˙fur con Dettifoss, la pi¨ imponente cascata d'Europa. Un paesaggio desertico multicolore ospita forme e ambienti che si susseguono come le sale di un museo fino alle pendici del vulcano Askja. Qui sostiamo per due giorni per un'escursione fra le recenti colate di basalto nella grande caldera di Askja, per un bagno nel lago caldo del cratere di Viti, e per una corsa automobilistica nel deserto di sabbia nera fino alle insidiose sorgenti del torrente J÷kulsß ß Fj÷llum. Una pista poco frequentata ci porta direttamente negli altopiani orientali ove ci attendono una piccola cascata di acqua bollente nella valle di Fljˇtsdalur, uno dei pi¨ profondi ed estesi canyon d'Europa e l'ambiente in cui Ŕ ambientato "Gente Indipendente", il capolavoro di narrativa contemporanea che Ŕ valso il Premio Nobel allo scrittore islandese Halldˇr Laxness. Il nostro percorso verso est ci porta poi sull'oceano, nel piccolo villaggio di Borgarfj÷r­ur, e da qui verso la costa meridionale. Lungo il percorso incontriamo Fossardalur, la "Valle delle cascate", un'oasi di pace, silenzio e suggestione che merita una sosta. Percorriamo poi il tratto pi¨ spettacolare di tutta la Ring Road per fermarci due giorni alla Laguna degli Iceberg di J÷kulsßrlˇn e al Parco Nazionale di Skaftafell. Una delle piste pi¨ belle d'Islanda ci riporta all'interno, nella regione di Landmannalaugar attraverso la valle di Eldgja. Avremo due giorni e due notti per goderci i colori di Landmannalaugar e le sue acque calde. Per le ore di riposo una casa di legno tutta per noi.

Itinerario e programma di viaggio
Sabato 11  Ci troviamo all'aeroporto di ReykjavÝk KeflavÝk e da qui ci trasferiamo alla guesthouse. Pernottamento in guesthouse a ReykjavÝk.

Domenica 12  In un raggio di poche decine di chilometri dalla capitale troviamo tre mete classiche: il Parco Nazionale di Ůingvellir, sede del primo parlamento democratico d'Europa e luogo celeberrimo per ragioni geologiche, la grande cascata di Gullfoss e il Geyser di Strokkur, uno dei siti pi¨ fotografati d'Islanda. Nel pomeriggio lasciamo i luoghi frequentati e ci addentriamo nel deserto centrale di Kj÷lur. Siamo diretti a Gislaskßli. Lungo il percorso ci fanno compagnia due fra i pi¨ estesi ghiacciai d'Islanda: il Langj÷kull alla nostra sinistra e l'Hofsj÷kull alla nostra destra. Cena e pernottamento in rifugio a Gislaskßli.
 
Lunedý 13  Partiamo di buon mattino per una suggestiva escursione a piedi a Kerlingarfj÷ll fra nuvole di caldo vapore e rivoli dĺacqua a diverse temperature. Raggiungiamo poi Hveravellir per un rilassante bagno caldo in una delle pi¨ confortevoli sorgenti calde d'Islanda. Nel pomeriggio riprendiamo la via in direzione Nord, completiamo lĺattraversamento del deserto centrale, sostiamo ad Akureyri, seconda cittÓ dĺIslanda per numero di abitanti, e raggiungiamo il villaggio di H˙savÝk sulla costa settentrionale. La nostra guesthouse sorge in una dolcissima radura, al cospetto di alte montagne, fra recenti colate di lava e rivoli dĺacqua popolati da decine di specie di uccelli. Cena e pernottamento in guesthouse a H˙savÝk.
   
Martedý 14  Oggi ci attende una giornata particolarmente intensa. Iniziamo con un’uscita in barca* dedicata all’osservazione dei cetacei. H˙savÝk Ŕ la localitÓ migliore di tutta l’Islanda per questo tipo di attivitÓ. Una battuta di pesca al merluzzo conclude l’escursione nella baia di Skjßlfandi. Ci spostiamo quindi verso Sud per trasferirci sulle verdi sponde del Lago Mřvatn, al centro di una delle zone vulcaniche pi¨ attive d'Islanda. Saliamo sul cratere del vulcano Hverfell da cui si gode di una visuale privilegiata sul Lago e sull'area circostante. Scendiamo poi alle pozze di fango bollente di Nßmaskard, immediatamente a Est del Lago Mřvatn. Raggiungiamo Dettifoss, la pi¨ imponente cascata d'Europa, per poi rientrare in pieno deserto lungo un'aspra pista che attraversa colate di basalto e depressioni colmate di pomice. Un tripudio di colori dal nero all'oro ci accompagna fino al vulcano Askja e al rifugio Dreki che useremo per due giorni come campo base. Cena e pernottamento in rifugio a Dreki.
   

Mercoledý 15  Giornata dedicata all'esplorazione della caldera del vulcano Askja. Una piacevole passeggiata in ambiente vulcanico ci porta al lago caldo nel cratere di Viti. Bagno tonificante* e rientro al rifugio. Prima di cena, o subito dopo, ci attende una facile esplorazione del profondo canyon di Drekagil, proprio alle spalle del rifugio. Cena e pernottamento in rifugio a Dreki.
    
Giovedý 16  Il settore settentrionale del pi¨ grande deserto sabbioso dĺEuropa separa Askja dalla regione di Fljˇtsdalur dominata dal vulcano SnŠfell. La pista che percorriamo attraversa scenari desertici di grande suggestione, imponenti colate di andesite dalle forme bizzarre e vallate verdeggianti. Sostiamo per un incredibile bagno sotto una piccola cascata bollente in un'oasi verde pressochÚ sconosciuta al grande pubblico prima di riprendere la marcia verso la costa orientale e il delizioso villaggio di Borgarfj÷r­ur. Pausa rilassante nel centro benessere, cena e pernottamento in guesthouse a Borgarfj÷r­ur.
   
Venerdý 17  Da Borgarfj÷r­ur proseguiamo verso Est fino alle montagne di VÝknaslˇ­ir. Questa regione Ŕ considerata una delle pi¨ belle per gli escursionisti perchÚ alterna imponenti montagne, spesso innevate anche in estate, e dolci baie popolate solo da uccelli e foche. Eĺ un settore incontaminato e meraviglioso in cui Ŕ ancora possibile riconoscere le tracce di insediamenti umani antichissimi. Nel pomeriggio, attraversando una grande varietÓ di ambienti e valicando di nuovo le montagne, ci spostiamo verso la costa sud orientale. Il fiordo che ci accoglie, il Berufj÷r­ur, regala scorci fra i pi¨ maestosi di tutta la costa dĺIslanda. Ci fermiamo a Eyjˇlfssta­ir, una localitÓ suggestiva, incastonata fra montagne che con i loro plateau catturano lo sguardo e la fantasia. La valle in cui sorge Eyjˇlfssta­ir si chiama Fossardalur, letteralmente ôLa Valle delle Cascateö. Cena e pernottamento in guesthouse a Eyjˇlfssta­ir.
   
Sabato 18  La valle di Fossardalur ci regala una passeggiata facile, ma molto panoramica, lungo uno dei suoi infiniti plateau rocciosi. Le rocce di cui sono fatte queste montagne sono famose fra i collezionisti di minerali di tutto il mondo per la qualitÓ e l’abbondanza di cristalli di una particolare famiglia di minerali, le zeoliti. Nel pomeriggio percorriamo il tratto pi¨ spettacolare della costa sud orientale sostando al faro di Hvalnes e passeggiando sulla penisola di Stokksnes. In serata raggiungiamo Reynivellir, l’insediamento pi¨ vicino alla Laguna degli Iceberg di J÷kulsßrlˇn. Cena, visita "notturna" alla Laguna degli Iceberg e pernottamento in guesthouse a Reynivellir.
   
Domenica 19  Torniamo alla Laguna degli Iceberg di J÷kulsßrlˇn e alla spiaggia oceanica antistante per ammirarle in condizioni diverse di luce e di marea rispetto alla sera precedente. Ci trasferiamo poi al vicino Parco Nazionale di Skaftafell per una lunga escursione* che ci conduce alla cascata di Svartifoss, ad un punto panoramico sulla valle di Morsardalur e al maestoso ghiacciaio di Skaftafell. In alternativa proponiamo spesso unĺescursione davvero suggestiva lungo le morene del ghiacciaio Kvißrj÷kull, appartenente al ghiacciaio Vatnaj÷kull. Dal punto pi¨ elevato del percorso lo sguardo si distende su almeno cento chilometri di costa. Cena e pernottamento in guesthouse a Reynivellir.
   
Lunedý 20  Attraversiamo l'impressionante piana alluvionale di Skei­arßrsandur e le vaste colate del vulcano Laki per addentrarci poi fra le montagne, lungo una delle piste pi¨ spettacolari d'Islanda. Avremo tutto il tempo per sbizzarrirci in soste e deviazioni in un paesaggio di inquietante bellezza. Superata la valle di Eldgjß raggiungiamo la regione di Landmannalaugar in serata. Cena e pernottamento in rifugio a Landmannahellir.
   
Martedý 21  Giornata dedicata interamente alle montagne policrome di Landmannalaugar e alle sue sorgenti calde. Il percorso ci porta a camminare su recenti colate di ossidiana e ad attraversare valli selvagge costellate di fumarole e di calanchi multicolori. L'itinerario termina con l'immancabile bagno* in acque calde naturali. Cena e pernottamento in rifugio a Landmannahellir.
     
Mercoledý 22  Lungo il percorso in direzione della capitale deviamo di nuovo, e per lĺultima volta, verso gli altopiani centrali. Siamo diretti alla grande cascata di Hßifoss, pressochÚ sconosciuta al grande pubblico, probabilmente la pi¨ spettacolare dĺIslanda. Cena e pernottamento in guesthouse a ReykjavÝk.
   
Giovedý 23  Dedichiamo la mattinata alla visita di ReykjavÝk, una piccola capitale con un centro storico molto gradevole e un insospettabile dinamismo culturale. Ci trasferiamo quindi all'aeroporto di ReykjavÝk KeflavÝk per il volo di rientro.
* AttivitÓ facoltativa

Legenda

Escursione a piedi Escursione a piedi di durata inferiore a 2 ore e dislivello contenuto in 200m.

Escursione a piedi Escursione a piedi di durata compresa fra 2 e 4 ore e dislivello compreso fra 200 e 400m. Sono disponibili attivitÓ alternative

Escursione a piedi Escursione a piedi di durata superiore a 4 ore e dislivello compreso fra 400 e 600m. Richiede un minimo di allenamento. Sono disponibili attivitÓ alternative

Costume a portata di mano Costume da bagno a portata di mano. Il percorso odierno prevede la sosta presso sorgenti calde balneabili o centri termali

Whalewatching PossibilitÓ di effettuare whalewatching compatibilmente con la tempistica e la disponibilitÓ del gruppo

possibilitÓ di escursioni a cavallo PossibilitÓ di effettuare escursioni a cavallo
Alimentazione a pannelli solari
Vaste aree degli altopiani non sono coperte dalla rete elettrica a 220V. In queste zone l'alimentazione elettrica Ŕ fornita da generatori a pannelli solari che non permettono di ricaricare le batterie di telefoni, foto e videocamere. Le nostre auto sono dotate di un inverter che permette di ricaricare i dispositivi durante i trasferimenti.

Alimentazione a 220V Pernottamento in struttura dotata di alimentazione elettrica a 220V. La ricarica di telefoni, foto e videocamere in queste strutture permette di avere le batterie cariche anche quando la corrente a 220V non Ŕ disponibile.


Staff e mezzi di trasporto
Staff - Un Geologo italiano, un autista islandese e un cuoco. Il cuoco si muove autonomamente senza sottrarre al gruppo il tempo necessario ai rifornimenti e alla preparazione dei pasti.
Mezzi di trasporto - Un minibus Mercedes Sprinter 4X4 e un Land Rover Defender 110 modificato.
Dispongono di pneumatici e sospensioni adeguatamente dimensionati e di dispositivi che permettono di raggiungere territori che le auto di serie non possono affrontare. Garantiscono elevati standard di sicurezza, grande libertÓ di movimento e gratificazione.

Quota individuale per 15 giorni/14 notti: Ç 3860 + volo

- Volo diretto da/per Milano giÓ riservato con tariffa e garanzie "di gruppo", tasse e assicurazioni incluse. Permette di offrire
un "pacchetto" omogeneo in termini di garanzie su conferma/annullamento sui servizi a terra e sul trasporto aereo.

- Biglietto "individuale" operato con voli di linea a tariffa variabile in funzione della classe e della disponibilitÓ. Offre garanzie meno estese in termini di conferma/annullamento.


Per i voli con scalo nel Regno Unito Ŕ necessario il passaporto. PerchÚ?

La quota individuale comprende:
-Alloggi in guesthouse e rifugio in camere a 2, 4 o pi¨ letti con sacco a pelo proprio (no tenda)
-Tutti i pasti (pensione completa, no casse comuni)
-Geologo italiano per tutta la durata del viaggio
-Autista islandese per tutta la durata del viaggio
-Cuoco professionista per tutta la durata del viaggio
-Minibus Mercedes Sprinter 4X4
-Carburante
-Dispensa
di Geologia islandese
-Materiale informativo e cartografico
-Assicurazioni bagaglio, spese mediche e annullamento

Equipaggiamento ed altre informazioni
La quota non comprende:
-Volo
-Eventuali alcolici
-Escursione facoltativa con mezzo anfibio a Jokulsarlon (circa € 30,00)
-Uscita facoltativa in barca per l'osservazione dei cetacei e battuta di pesca (circa € 80,00)
-Due pranzi in caso di condizioni meteo avverse
-La cena dell'ultimo giorno
-Spese gestione pratica (€ 40,00)

Tutti i viaggi in Islanda

14-21 febbraio, 7-14 marzo e 14-21 marzo 2018
7 - 21 luglio 2018
21 luglio - 4 agosto 2018
4 - 18 agosto 2018
11 - 23 agosto 2018
18 agosto - 1 settembre 2018

SCRIVICI           INFO@90EST.IT           TEL. 02.70126346 - 349.2994059            CHI SIAMO

Dal Blog: I nostri trucchi per non perdere l'aurora boreale
Il nostro documentario Privacy Policy