L’Islanda è uno dei migliori luoghi al mondo per l’osservazione dell’Aurora Boreale. Rispetto ad altre destinazioni che offrono la medesima opportunità l’Islanda presenta condizioni meteorologiche più favorevoli: l’orografia movimentata e la variabilità nella direzione del vento permettono di individuare zone di cielo sereno con maggior facilità rispetto ad altre nazioni. La differenza più importante, però, è costituita da ciò che l’Islanda offre di giorno. Da metà febbraio alla fine di marzo il rapporto fra ore di luce e ore di oscurità è ideale: giornate lunghe e luminose per esplorare gli scenari artici nella loro migliore veste invernale e le giuste ore di buio per andare a caccia di aurore. Per questo un viaggio in Islanda in inverno, nel periodo giusto e se ben condotto, è un’esperienza memorabile…continua

14 – 22 febbraio | 21 – 29 febbraio
28 febbraio – 7 marzo | 13 – 21 marzo

L’Islanda è uno dei migliori luoghi al mondo per l’osservazione dell’Aurora Boreale. Rispetto ad altre destinazioni che offrono la medesima opportunità l’Islanda presenta condizioni meteorologiche più favorevoli: l’orografia movimentata e la variabilità nella direzione del vento permettono di individuare zone di cielo sereno con maggior facilità rispetto ad altre nazioni. La differenza più importante, però, è costituita da ciò che l’Islanda offre di giorno. Da metà febbraio alla fine di marzo il rapporto fra ore di luce e ore di oscurità è ideale: giornate lunghe e luminose per esplorare gli scenari artici nella loro migliore veste invernale e le giuste ore di buio per andare a caccia di aurore. Per questo un viaggio in Islanda in inverno, nel periodo giusto e se ben condotto, è un’esperienza memorabile…continua

Disponibilità: Sì

“La Cordigliera Patagonica Australe è fiancheggiata a oriente da estesi tavolati costellati di laghi e ad occidente da un intricato labirinto di canali, fiordi e isole che si perdono nelle turbolente acque del Pacifico […] Quando nel 1915 durante le mie prime escursioni all’estremità australe della Cordigliera, nella regione di Ultima Esperanza, ebbi la fortuna per la prima volta di contemplare i superbi massicci del Balmaceda, del Paine e delle candide catene interne da cui scendevano immensi fiumi di ghiaccio, ne rimasi profondamente entusiasmato e attratto.
Avevo trovato colà le stesse montagne maestose e ardite della Terra del Fuoco, le medesime forme caratteristiche delle cime dei ghiacciai, però in dimensioni maggiori, più gigantesche e soprattutto ritrovavo una vastissima zona montagnosa ancora sconosciuta la quale, oltre all’attrattiva delle sue bellezze naturali, racchiudeva problemi geografici di sommo interesse e offrivano un campo ancora vergine agli studi naturalistici e glaciologici.”
Così si apre la famosa opera “Ande Patagoniche” nella quale il geografo, fotografo, esploratore, alpinista e sacerdote Alberto De Agostini regala al mondo le prime immagini di una zona ancora inesplorata del Sudamerica…continua

Patagonia Australe  

DAL 3 AL 19 APRILE 2020

“La Cordigliera Patagonica Australe è fiancheggiata a oriente da estesi tavolati costellati di laghi e ad occidente da un intricato labirinto di canali, fiordi e isole che si perdono nelle turbolente acque del Pacifico […] Quando nel 1915 durante le mie prime escursioni all’estremità australe della Cordigliera, nella regione di Ultima Esperanza, ebbi la fortuna per la prima volta di contemplare i superbi massicci del Balmaceda, del Paine e delle candide catene interne da cui scendevano immensi fiumi di ghiaccio, ne rimasi profondamente entusiasmato e attratto.
Avevo trovato colà le stesse montagne maestose e ardite della Terra del Fuoco, le medesime forme caratteristiche delle cime dei ghiacciai, però in dimensioni maggiori, più gigantesche e soprattutto ritrovavo una vastissima zona montagnosa ancora sconosciuta la quale, oltre all’attrattiva delle sue bellezze naturali, racchiudeva problemi geografici di sommo interesse e offrivano un campo ancora vergine agli studi naturalistici e glaciologici.”
Così si apre la famosa opera “Ande Patagoniche” nella quale il geografo, fotografo, esploratore, alpinista e sacerdote Alberto De Agostini regala al mondo le prime immagini di una zona ancora inesplorata del Sudamerica…continua

Disponibilità: Sì

La più “africana” e la più selvaggia delle Canarie, un museo di vulcanologia a cielo aperto, spiagge e dune di inquietante bellezza in cui è davvero difficile scorgere un essere umano, una linea di costa che si trasforma con l’alternarsi delle maree.
Fuerteventura è anche una comunità rurale, pacifica e indolente, espressione diretta dell’ambiente in cui vive: un luogo quasi alieno, un’isola dall’eterna, tiepida primavera in cui i giorni di pioggia nel corso dell’anno si contano sulle dita di due mani. Nel 2009 l’UNESCO ha dichiarato l’isola e il suo habitat marino Riserva della Biosfera.
L’aliseo e la vicinanza con la costa africana definiscono i caratteri del clima, temperato, arido e ventilato. L’oceano, invece, definisce due versanti, uno eternamente battuto dalle onde – Barlovento – ed uno eternamente protetto – Sotavento. Nell’entroterra, canyon e forme meravigliose in cui Madre Natura si è esercitata a scolpire rocce diverse, dal granito all’arenaria. E a sera, i frutti del mare e di una terra arida e salmastra: pescado, mariscos, cabrito e arugadas, su tutti…continua

Viaggio a Fuerteventura  

DAL 28 MAGGIO AL 5 GIUGNO 2020

La più “africana” e la più selvaggia delle Canarie, un museo di vulcanologia a cielo aperto, spiagge e dune di inquietante bellezza in cui è davvero difficile scorgere un essere umano, una linea di costa che si trasforma con l’alternarsi delle maree.
Fuerteventura è anche una comunità rurale, pacifica e indolente, espressione diretta dell’ambiente in cui vive: un luogo quasi alieno, un’isola dall’eterna, tiepida primavera in cui i giorni di pioggia nel corso dell’anno si contano sulle dita di due mani. Nel 2009 l’UNESCO ha dichiarato l’isola e il suo habitat marino Riserva della Biosfera.
L’aliseo e la vicinanza con la costa africana definiscono i caratteri del clima, temperato, arido e ventilato. L’oceano, invece, definisce due versanti, uno eternamente battuto dalle onde – Barlovento – ed uno eternamente protetto – Sotavento. Nell’entroterra, canyon e forme meravigliose in cui Madre Natura si è esercitata a scolpire rocce diverse, dal granito all’arenaria. E a sera, i frutti del mare e di una terra arida e salmastra: pescado, mariscos, cabrito e arugadas, su tutti…continua

Disponibilità: Sì

Fra Islanda e Scozia le Isole Faroe sono un’oasi terrestre in un deserto d’acqua, un piccolo regno di scogliere altissime e vasti altopiani verdi a picco su un orizzonte d’Oceano. Acque salate meridionali e acque gelide artiche si incontrano sui bassi fondali dando vita ad un mare possente e ricchissimo di biodiversità. Un’esperienza di viaggio dinamica con tante attività esclusive a terra e in mare per un contatto profondo con l’ambiente e la cultura locale.


Disponibilità

Isole Faroe  

DAL 18 AL 25 GIUGNO 2020

Fra Islanda e Scozia le Isole Faroe sono un’oasi terrestre in un deserto d’acqua, un piccolo regno di scogliere altissime e vasti altopiani verdi a picco su un orizzonte d’Oceano. Acque salate meridionali e acque gelide artiche si incontrano sui bassi fondali dando vita ad un mare possente e ricchissimo di biodiversità. Un’esperienza di viaggio dinamica con tante attività esclusive a terra e in mare per un contatto profondo con l’ambiente e la cultura locale…continua

Disponibilità: Sì

Viaggi in Islanda90° EST organizza viaggi in Islanda dal 2003 con una squadra di Geologi e Naturalisti italiani e di professionisti locali. Sceglie solo i percorsi migliori, adeguando itinerari e attività secondo le caratteristiche ambientali nelle diverse stagioni. Su 4X4 modificati condotti dai viaggiatori – le cosiddette Superjeep – accompagna piccoli gruppi nell’esplorazione di luoghi incontaminati e di alcuni dei fenomeni naturali più imponenti del Pianeta. Dalle coste oceaniche alle aree più selvagge degli Altopiani, dalla ricerca dell’aurora boreale, alla scoperta di grandi sistemi vulcanici, di immensi ghiacciai e sorgenti naturali di acqua calda. I nostri viaggi in Islanda raggiungono tutte le località che ogni viaggiatore si aspetta ma, soprattutto, Altopiani e deserti, fiordi e lagune glaciali e tutti quei luoghi che – sarete d’accordo con noi – vorrete mantenere segreti.
Scopri qui tutti idettagli dei nostri viaggi in Islanda.

90° EST organizza viaggi in Islanda dal 2003 con una squadra di Geologi e Naturalisti italiani e di professionisti locali. Sceglie solo i percorsi migliori, adeguando itinerari e attività secondo le caratteristiche ambientali nelle diverse stagioni. Su 4X4 modificati condotti dai viaggiatori – le cosiddette Superjeep – accompagna piccoli gruppi nell’esplorazione di luoghi incontaminati e di alcuni dei fenomeni naturali più imponenti del Pianeta. Dalle coste oceaniche alle aree più selvagge degli Altopiani, dalla ricerca dell’aurora boreale, alla scoperta di grandi sistemi vulcanici, di immensi ghiacciai e sorgenti naturali di acqua calda. I nostri viaggi in Islanda raggiungono tutte le località che ogni viaggiatore si aspetta ma, soprattutto, Altopiani e deserti, fiordi e lagune glaciali e tutti quei luoghi che – sarete d’accordo con noi – vorrete mantenere segreti.
Scopri qui tutti idettagli dei nostri viaggi in Islanda.

Viaggi in Islanda in 4X4 – Prossime partenze

In questo periodo l’Islanda indossa, tutti insieme, molti dei suoi gioielli migliori. La luce, per esempio, presente per 24 ore, gli uccelli, ora più abbondanti e attivi che in qualsiasi altro momento dell’anno, i fiori, sgargianti anche nei deserti più inospitali. E’ la vita che gioca a scaldarsi con le giornate più luminose della nuova estate.
In questo viaggio, a bordo delle nostre Superjeep e con la complicità dei viaggiatori, attraversiamo un territorio nuovo anche per noi. E’ una regione meravigliosa negli Altopiani meridionali, subito a Nord del ghiacciaio Mýrdalsjökull, che abbiamo esplorato per la prima volta nell’estate 2018. Uno dei più suggestivi trekking al mondo, il Laugavegur, passa di qui…continua

Disponibilità: Sì

Piena Estate in Islanda

DALL’1 AL 15 AGOSTO 2020

Si dice che in questo periodo il clima islandese sia più stabile che in altri momenti dell’anno. La fama di paese meteorologicamente “difficile” nasce dal fatto che la maggior parte dei viaggi in Islanda si limita a percorrere la costa e il primo entroterra, zone umide per eccellenza, mentre Altopiani e deserti hanno una piovosità che è fino a un decimo. Vale non solo ad agosto, ma in questo periodo, con la scomparsa delle ultime chiazze di neve, sembra davvero che gli Altopiani non presentino ostacoli. E’ facile crederlo, se hai una Suer Jeep. [“Superjeep” non è un termine da “bulli”. I 4X4 modificati, equipaggiati e immatricolati per la circolazione negli Altopiani si chiamano così, in Islanda.]…continua

Disponibilità: Sì

Piena Estate in Islanda in minibus 4X4

DALL’8 al 23 AGOSTO 2020

In Islanda le stagioni sono definite secondo criteri meteorologici, astronomici e…empirici. Così, quando termina il periodo contraddistinto da 24 ore ininterrotte di luce e i lampioni si accendono di notte per la prima volta, c’è sempre qualcuno che dice, sorridendo, “E’ finita” [riferendosi all’estate]. Per noi, in realtà, quelle 20 ore di luce al giorno di metà agosto, sembrano ancora un miracolo. E’ in questi giorni che la ritrovata, brevissima oscurità delle ore centrali della notte permette di vedere l’aurora boreale dopo la pausa estiva. Affinché ciò si realizzi in questo viaggio servono manciate di insonnia e scorte abbondanti di fortuna. Per questo viaggio utilizziamo un confortevole minibus 4X4…continua

Disponibilità: Sì

Torna l’Aurora Boreale

DAL 15 AL 30 AGOSTO 2020

E’ un momento particolare per fare un viaggio in Islanda. Le notti tornano nere e stellate, l’Aurora Boreale ritrova il suo spazio e il silenzio è di nuovo padrone anche dei luoghi più celebri. Negli Altopiani e nei deserti, nonostante il clima sia ancora pienamente estivo, si respira un’aria diversa. L’ecosistema si prepara ai cambiamenti meteorologici di settembre, e lo si percepisce. Le ultime due settimane di agosto e la prima di settembre regalano un’opportunità unica nel corso dell’anno: la possibilità di vedere l’Aurora Boreale e, contemporaneamente, quella di viaggiare, in Superjeep, negli Altopiani. Da metà settembre a fine giugno, infatti, le Autorità chiudono gli accessi alle aree interne…continua

Disponibilità: Sì

Prossime partenze Islanda

In questo periodo l’Islanda indossa, tutti insieme, molti dei suoi gioielli migliori. La luce, per esempio, presente per 24 ore, gli uccelli, ora più abbondanti e attivi che in qualsiasi altro momento dell’anno, i fiori, sgargianti anche nei deserti più inospitali. E’ la vita che gioca a scaldarsi con le giornate più luminose della nuova estate.
In questo viaggio, a bordo delle nostre Superjeep e con la complicità dei viaggiatori, attraversiamo un territorio nuovo anche per noi. E’ una regione meravigliosa negli Altopiani meridionali, subito a Nord del ghiacciaio Mýrdalsjökull, che abbiamo esplorato per la prima volta nell’estate 2018. Uno dei più suggestivi trekking al mondo, il Laugavegur, passa di qui…continua

Disponibilità: Sì

Piena Estate in Islanda

DALL’1 AL 15 AGOSTO 2020

Si dice che in questo periodo il clima islandese sia più stabile che in altri momenti dell’anno. La fama di paese meteorologicamente “difficile” nasce dal fatto che la maggior parte dei viaggi in Islanda si limita a percorrere la costa e il primo entroterra, zone umide per eccellenza, mentre Altopiani e deserti hanno una piovosità che è fino a un decimo. Vale non solo ad agosto, ma in questo periodo, con la scomparsa delle ultime chiazze di neve, sembra davvero che gli Altopiani non presentino ostacoli. E’ facile crederlo, se hai una Suer Jeep. [“Superjeep” non è un termine da “bulli”. I 4X4 modificati, equipaggiati e immatricolati per la circolazione negli Altopiani si chiamano così, in Islanda.]…continua

Disponibilità: Sì

In Islanda le stagioni sono definite secondo criteri meteorologici, astronomici e…empirici. Così, quando termina il periodo contraddistinto da 24 ore ininterrotte di luce e i lampioni si accendono di notte per la prima volta, c’è sempre qualcuno che dice, sorridendo, “E’ finita” [riferendosi all’estate]. Per noi, in realtà, quelle 20 ore di luce al giorno di metà agosto, sembrano ancora un miracolo. E’ in questi giorni che la ritrovata, brevissima oscurità delle ore centrali della notte permette di vedere l’aurora boreale dopo la pausa estiva. Affinché ciò si realizzi in questo viaggio servono manciate di insonnia e scorte abbondanti di fortuna. Per questo viaggio utilizziamo un confortevole minibus 4X4…continua

Disponibilità: Sì

Torna l’Aurora Boreale

DAL 15 AL 29 AGOSTO 2020

E’ un momento particolare per fare un viaggio in Islanda. Le notti tornano nere e stellate, l’Aurora Boreale ritrova il suo spazio e il silenzio è di nuovo padrone anche dei luoghi più celebri. Negli Altopiani e nei deserti, nonostante il clima sia ancora pienamente estivo, si respira un’aria diversa. L’ecosistema si prepara ai cambiamenti meteorologici di settembre, e lo si percepisce. Le ultime due settimane di agosto e la prima di settembre regalano un’opportunità unica nel corso dell’anno: la possibilità di vedere l’Aurora Boreale e, contemporaneamente, quella di viaggiare, in Superjeep, negli Altopiani. Da metà settembre a fine giugno, infatti, le Autorità chiudono gli accessi alle aree interne…continua

Disponibilità: Sì

Date a richiesta per gruppi di 6 – 12 viaggiatori

Sette isole, sette mondi e sette ecosistemi diversi. Un tesoro di Natura che racchiude alcuni degli scenari più belli del Mediterraneo, un vulcano sempre attivo unico al mondo e una barca a vela per vivere le Eolie con la serenità e la quiete che solo il “fuori stagione” regala. L’itinerario prevede soste ed escursioni a Lipari, Vulcano, Salina, Panarea e Stromboli (ascensione serale) e l’accompagnamento da parte di un Geologo, di un Biologo marino o da entrambi.

DATE A RICHIESTA PER GRUPPI DI 6 – 12 VIAGGIATORI

Sette isole, sette mondi e sette ecosistemi diversi. Un tesoro di Natura che racchiude alcuni degli scenari più belli del Mediterraneo, un vulcano sempre attivo unico al mondo e una barca a vela per vivere le Eolie con la serenità e la quiete che solo il “fuori stagione” regala. L’itinerario prevede soste ed escursioni a Lipari, Vulcano, Salina, Panarea e Stromboli (ascensione serale) e l’accompagnamento da parte di un Geologo, di un Biologo marino o da entrambi…continua

Il più famoso itinerario ferroviario delle Alpi si trasforma in un suggestivo viaggio per escursionisti senza fretta. Tre giornate per godersi lo spettacolo delle Alpi Retiche dai finestrini del Trenino del Bernina, ma anche tre splendide escursioni in compagnia di un geologo per non perdersi proprio nulla…

Disponibilità

Il più famoso itinerario ferroviario delle Alpi si trasforma in un suggestivo viaggio per escursionisti senza fretta. Tre giornate per godersi lo spettacolo delle Alpi Retiche dai finestrini del Trenino del Bernina, ma anche tre splendide escursioni in compagnia di un geologo per non perdersi proprio nulla…continua

Disponibilità: Sì

Per scoprire il valore aggiunto di un viaggio in Islanda con 90° EST ecco date e sedi dei nostri prossimi incontri. L’ambiente, i percorsi, le sistemazioni, i nostri 4X4 speciali, la filosofia di viaggio e tutti i dettagli direttamente dalla voce dei nostri accompagnatori. La partecipazione è libera e gratuita. Per la gestione degli spazi è richiesta l’iscrizione.

Per scoprire il valore aggiunto di un viaggio con 90° EST ecco date e sedi dei nostri prossimi incontri. L’ambiente, i percorsi, le sistemazioni, i nostri 4X4 speciali, la filosofia di viaggio e tutti i dettagli direttamente dalla voce dei nostri accompagnatori. La partecipazione è libera e gratuita. Per la gestione degli spazi è richiesta l’iscrizione.